A oggi sono 1.100 i medici e gli odontoiatri sospesi ai sensi del DL 44 per non essersi vaccinati contro il Covid-19.

Per essere ancor più precisi, finora le sospensioni sono state 1.390, ma di queste 290 sono state revocate dopo che i clinici interessati si sono vaccinati.

Sono circa 500 invece i medici che hanno fatto ricorso dopo essere stati sospesi o radiati, e siccome il ricorso sospende l’applicazione della sanzione, essi possono continuare a esercitare. Tra di loro spiccano anche alcuni soggetti noti negli ambienti no-vax.

Pubblicità

A comunicarlo, la Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO), in collaborazione con gli Ordini territoriali.

«Il quadro si va ricomponendo e rende evidente che i medici che non si sono ancora vaccinati sono una minoranza, circa 1500 su 460mila iscritti» spiega il presidente della FNOMCeO, Filippo Anelli. «In molti poi stanno regolarizzando la loro posizione. Ringraziamo il Ministero della Salute che ha chiarito le modalità di applicazione del DL 44 e il ruolo degli Ordini. Apprezziamo il lavoro delle ASL che hanno aggiunto alle attività ordinarie anche il compito di comunicare i provvedimenti.»

«I medici che fanno propaganda contro i vaccini sono veramente pochissimi, circa un centinaio» prosegue Anelli. «Il nostro percorso di studi, la storia della medicina, le evidenze che continuamente si raccolgono ci portano in maniera naturale ad aver fiducia nei vaccini e a trasmetterla alla popolazione.»

FNOMCeO: 1.100 medici e odontoiatri sospesi per mancanza vaccinazione - Ultima modifica: 2021-10-08T06:32:45+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome