Esoneri e rate ridotte per i pagamenti Enpam

enpam

Oltre alla possibilità di dilazionare i pagamenti fino al 2022, gli odontoiatri liberi professionisti in regola con i pagamenti Enpam potranno anche beneficiare dell’esonero contributivo del governo.

È quanto si legge sul sito dell’Ente Nazionale di Previdenza ed Assistenza dei Medici e degli Odontoiatri (Enpam), che ricorda quali sono le scadenze da rispettare per poter ottenere l’esonero.

Chi l’anno scorso ha richiesto il rinvio lungo fino al 2022, deve comunque versare i contributi in sospeso, ovvero: il 25% della Quota A 2020 (scadenza: 31 maggio 2021), e il 25% della quota B del 2019 relativa ai redditi 2018 (scadenza: 30 giugno 2021).

Pubblicità

La Quota A del 2021, invece, non verrà addebitata a coloro che hanno richiesto l’esonero entro il 15 maggio (chi paga con Mav può ignorare i bollettini relativi alla Quota A 2021).

L’Enpam spiega che anche chi ha la domiciliazione bancaria attiva e farà domanda di esonero dopo il 15 maggio può essere esonerato dal pagare la Quota A di quest’anno, basta che richieda alla propria banca di stornare il pagamento entro otto settimane dall’addebito.

 

 

Esoneri e rate ridotte per i pagamenti Enpam - Ultima modifica: 2021-05-24T06:17:02+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome