DenToGo è la soluzione di Straumann che vuole guidare il cambiamento. Grazie all’intelligenza artificiale, è possibile creare una clinica virtuale: il paziente resta a casa e il dentista nel suo studio, lasciando che la tecnologia digitale intervenga a supporto.

Quanto è importante oggi una clinica virtuale?

I benefici che ne derivano sono immediati: eliminazione del contatto fisico paziente-medico, riduzione dei momenti di assembramento in sala d’attesa, corretta gestione dell'agenda, transito controllato dei pazienti in studio e ottimizzazione mirata della poltrona e dei locali, che per ogni paziente devono essere disinfettati.

La novità! Chi non vorrebbe accedere a una clinica virtuale?

Tutti possono entrarvi, chiedere una consulenza e avere la certezza di essere accolti per l’identificazione delle proprie necessità. Se ieri era difficile trovare un paziente nuovo che andasse in studio, oggi è semplice conquistarlo grazie a una connessione internet.

Che cos’è DenToGo?

DenTo Go è una suite di quattro applicazioni, basate sulla intelligenza artificiale, che migliorano l’efficienza del trattamento dentale, grazie a un maggior coinvolgimento del paziente e a una inevitabile riduzione dei tempi, sia per il paziente sia per il clinico; il primo raggiunge i risultati più velocemente, recandosi dal dentista solo al bisogno, il secondo può ottimizzare i tempi e gli spazi in studio.

  • La prima, VitalsCheck, valuta la situazione orale dei pazienti prima del trattamento, può essere fatta in studio, ma anche da remoto, grazie a VirtualCheck, che svolge a tutti gli effetti la funzione di triage a casa del paziente.
  • La seconda, MySmile, propone sia una simulazione fotografica di come apparirà il paziente con diversi apparecchi ortodontici, sia come sarà il suo sorriso alla fine del trattamento.
  • La terza, Monitoring, monitora da remoto il cavo orale per controllare i progressi relativi al trattamento dentale, sia ortodontico sia parodontale.
  • La quarta, SmileGuard, permette il controllo della stabilità del trattamento in modo da prevenire eventuali recidive.

Potersi avvalere di un monitoraggio a distanza è quello che sarà sempre più necessario: in termini di efficienza, prestazione e soprattutto sicurezza, non solo per il paziente ma per tutto lo staff medico.

Siete pronti per il bounce back? Straumann sì… e sta accelerando!

 

 

Bounce back: come accelerare? E se il triage lo facessimo a casa? - Ultima modifica: 2020-05-25T10:34:20+00:00 da redazione
Bounce back: come accelerare? E se il triage lo facessimo a casa? - Ultima modifica: 2020-05-25T10:34:20+00:00 da redazione
Bounce back: come accelerare? E se il triage lo facessimo a casa? - Ultima modifica: 2020-05-25T10:34:20+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome