Analisi del tempo di lavorazione di due sistemi reciprocanti con file singolo durante la preparazione di canali radicolari curvi

Scopo di questo studio è stato quello di valutare due sistemi reciprocanti per la strumentazione di canali radicolari curvi confrontandoli con la tecnica di strumentazione manuale e dimostrandone la diversità per quanto riguarda il tempo impiegato per la strumentazione canalare. I risultati consentono di confermare l’ipotesi che il design dello strumento possa influenzare il tempo di lavorazione, probabilmente per la capacità di taglio fornita dalla forma della sua sezione trasversale.

Manoel Eduardo de Lima Machado1, PhD, Thais Nejm2, DDS, Hector Caballero-Flores2, DDS, Cleber Keiti Nabeshima2, PhD
1Associate Professor, Department of Restorative Dentistry, School of Dentistry,
University of São Paulo, São Paulo, SP, Brazil
2Post Graduate in Endodontics, Department of Restorative Dentistry, School of Dentistry, University of São Paulo, São Paulo, SP, Brazil

 

Sin dall’introduzione dei sistemi automatizzati, la semplicità e la praticità sono state considerate un grande vantaggio relativamente alle tecniche manuali. Tuttavia la proposta di utilizzare tecniche di strumentazione con file singolo ha determinato una significativa riduzione del tempo di lavorazione1-3 con procedure cliniche sicure in termini di frattura del file4.

Pubblicità

Negli anni sono stati sviluppati molti sistemi con file singolo, differenziati per design, lega e modalità di movimento. In particolare, il WaveOne Gold è un sistema reciprocante con file singolo caratterizzato da una nuova lega in nichel-titanio sottoposta a trattamento termico denominata “Gold”. Questo implica una procedura post-fabbricazione in cui i file in NiTi molati vengono sottoposti a trattamento termico e quindi raffreddati lentamente. Questi file hanno una sezione trasversale a forma di parallelogramma con due bordi taglienti a contatto con la parete del canale radicolare, alternata a una sezione trasversale non centrata dove un solo bordo tagliente si trova a contatto con la parete del canale radicolare.

Il sistema WaveOne Gold è disponibile in quattro misure: small (punta da 20, conicità 0,07), primary (punta da 25, conicità 0,07), medium (punta da 35, conicità 0,06) e large (punta da 45, conicità 0,05)5,6. ProDesignLogic, invece, è un sistema con file singolo che può essere utilizzato sia con movimento reciprocante sia con rotazione continua. Questo sistema è realizzato a partire da una lega in NiTi sottoposta a trattamento termico che produce il materiale denominato NiTi CM-wire, con una sezione a doppia elica e disponibile nelle misure #25, #30, #35 e #40 con conicità di 0,03, 0,05 e 0,06.

Gli studi hanno dimostrato che i sistemi con file singolo sono più veloci dei sistemi automatizzati con più file1-3, ma anche che il design degli strumenti determina tempi di lavorazione diversi2,7,8. Di conseguenza, lo scopo del presente studio è stato quello di confrontare i tempi di lavorazione dei sistemi WaveOne Gold e ProDesign Logic per la strumentazione di canali radicolari curvi utilizzando il movimento reciprocante.

Materiali e metodi

Dopo l’approvazione da parte del comitato etico di ricerca dell’Università di São Paulo Facoltà di odontoiatria (CAEE 90164618.7.0000.0075), dodici studenti universitari iscritti al corso di endodonzia hanno preso parte allo studio. Tutti i partecipanti erano stati precedentemente addestrati alla strumentazione manuale e reciprocante con file singolo di denti estratti. 

I 36 canali radicolari simulati in blocchi di resina acrilica con lunghezza di 16,5 mm, conicità di 0,02, curvatura di 40° e raggio di 5 mm (Endo Training Block J-Shape, ISO 15, Dentsply Maillefer, Ballaigues, VD, Svizzera) sono stati divisi in tre gruppi secondo la tecnica di strumentazione utilizzata (n = 12) nel modo seguente:

  • Gruppo 1, in cui i campioni sono stati strumentati utilizzando il sistema WaveOne Gold (WOG) (Dentsply Maillefer): Inizialmente il canale radicolare è stato esplorato manualmente con un K-File #15 (Dentsply Maillefer) per tutta la lunghezza utile, quindi è stata eseguita la strumentazione con un file  WaveOne Gold Primary e un motore elettrico (VDW Silver, VDW, Monaco, Germania) con movimento reciprocante (modalità WaveOneAll).
  • Gruppo 2, in cui i campioni sono stati strumentati utilizzando il sistema Easy ProDesign Logic (EPL) con movimento reciprocante: il canale radicolare è stato esplorato con un K-File #15 e il glide path è stato creato utilizzando un motore elettrico (Easy ProDesign S 25.01) con un movimento rotatorio continuo alla velocità di 350 giri/minuto e un torque di 1N/cm. Successivamente, il canale radicolare è stato strumentato con un file #25.06 (Easy ProDesign Logic) e un motore elettrico con movimento reciprocante (modalità WaveOneAll).
  • Gruppo 3, in cui i campioni sono stati strumentati utilizzando la tecnica manuale crown-down secondo Machado (MAN)9: inizialmente il canale radicolare è stato esplorato con un K-File #15 per tutta la lunghezza utile prima della strumentazione dei terzi cervicali e centrali con frese Gates-Glidden #1, #2 e #3 (Dentsply Maillefer), seguita dalla strumentazione del terzo apicale con flexofile manuali #20, #25 e NiTi #30 (Dentsply Maillefer).

La cinetica utilizzata per i sistemi meccanizzati è stata quella di tre movimenti avanti e indietro (beccate) in direzione apicale per spostare il file in avanti, seguiti dall’esplorazione del canale radicolare con un K-File #15 e dall’irrigazione. Questa fase è stata ripetuta finché i file meccanizzati non hanno raggiunto la lunghezza utile. In questi gruppi la strumentazione è stata considerata conclusa con il raggiungimento della lunghezza utile da parte di un cono di guttaperca #25.06.

Come per la tecnica manuale, la cinetica utilizzata è stata quella di una rotazione di un quarto e una lieve pressione verso l’apice, seguita dalla rimozione dello strumento. Questa cinetica è stata eseguita entro la lunghezza utile e la strumentazione è stata considerata conclusa con il raggiungimento della lunghezza utile da parte di un cono di guttaperca #30.02.

La lunghezza di lavorazione è stata fissata a 16 mm per la strumentazione. Dopo essere stato estratto dal canale radicolare, ogni file è stato pulito con una garza inumidita in acqua distillata per rimuovere i detriti derivanti dalla strumentazione e il canale radicolare è stato irrigato con 3 ml di acqua distillata. Tutti gli strumenti sono stati utilizzati in tre canali radicolari e poi gettati. Il tempo di lavorazione per la strumentazione con file meccanizzati o manuali è stato registrato con un cronometro digitale. Il tempo utilizzato per irrigazione, glide path, esplorazione del canale radicolare e sostituzione del file non è stato considerato. I dati risultanti sono stati sottoposti al test di Shapiro-Wilk e al test di Levene per l’analisi rispettivamente della curva di distribuzione della normalità e dell’omoschedasticità. Successivamente, i gruppi sono stati confrontati utilizzando il test ANOVA a una via e il test di Tukey per la correzione complementare. Tutte le analisi sono state effettuate a un livello di significatività del 5%.

Risultati

I tempi medi di lavorazione registrati per ciascun gruppo sono stati di 62,6 secondi per il gruppo 1 (WOG), 262,7 secondi per il gruppo 2 (EPL) e 233,8 secondi per il gruppo 3 (MAN), come illustrato nella Figura 1. Il confronto tra i gruppi ha dimostrato che il tempo di lavorazione con WOG era inferiore a quelli con EPL e MAN (P < 0,05), ma che quelli degli ultimi due erano simili (P > 0,05). Quindi WOG<ELP=MAN.

Fig. 1 Tempi di lavorazione medi per ciascun sistema reciprocante con file singolo per la strumentazione dei canali radicolari

 

Discussione

La molteplicità di sistemi automatizzati per la strumentazione del canale radicolare ha promosso numerose ricerche e studi scientifici volti a confermare i vantaggi delle loro proprietà fisico-meccaniche.

Il vantaggio più evidente offerto da questi sistemi è la riduzione del tempo di lavorazione. Il presente studio ha valutato due sistemi reciprocanti con file singolo confrontandoli con la tecnica di strumentazione manuale e dimostrandone la diversità per quanto riguarda il tempo impiegato per la strumentazione canalare.

A questo scopo sono stati utilizzati blocchi di resina acrilica simulanti i canali radicolari, sulla base di diversi studi pubblicati in letteratura3,7,10-14. Sebbene la durezza della resina acrilica non sia simile a quella della dentina, il metodo può essere considerato un modello di confronto tra i sistemi, soprattutto per quanto riguarda l’esatta standardizzazione della curvatura del canale radicolare, che non sarebbe possibile nei denti naturali. L’importanza della curvatura è supportata dal fatto che la strumentazione dei canali radicolari curvi è più difficile e più incline a causare danni iatrogeni15.

Il presente studio ha dimostrato una differenza tra i sistemi WaveOne Gold e ProDesignLogic per quanto riguarda il tempo di lavorazione: ProDesignLogic impiega più tempo per la strumentazione nel canale radicolare simulato. Questi risultati consentono di confermare l’ipotesi che il design dello strumento può influenzare il tempo di lavorazione, probabilmente per la capacità di taglio fornita dalla forma della sua sezione trasversale. Questi dati supportano quanto riferito da Machado et al.7 e da  Saber et al.8, che avevano riscontrato a loro volta tempi di lavorazione diversi tra differenti sistemi reciprocanti con file singolo. Vale la pena ricordare, tuttavia, che secondo il produttore del sistema ProDesignLogic, questo può essere utilizzato sia per il movimento reciprocante che per la rotazione continua. In questo studio i due sistemi reciprocanti con file singolo sono stati confrontati in modalità di movimento reciprocante senza utilizzare la modalità di movimento come parametro variabile. Di conseguenza sarebbe opportuno eseguire studi che valutassero il movimento di rotazione continuo di questo sistema.

La riduzione del tempo di lavorazione è un fattore legato principalmente alla fattibilità e flessibilità della procedura clinica, e consente di effettuare trattamenti in una sola seduta. Ne derivano benefici sia per il clinico sia per il paziente, perché si riducono al tempo stesso lo stress e i costi. Tuttavia, questo fattore è vantaggioso a condizione che siano rispettati i principi microbiologici e anatomici. In particolare, la strumentazione automatizzata è risultata associata ad un’alta percentuale di riduzione batterica nel canale radicolare9,16-19 e il sistema WaveOne Gold ha dimostrato prestazioni migliori rispetto al suo precursore rispetto all’eliminazione dei batteri6. In effetti, una riduzione media superiore al 98% è stata osservata solo nella procedura meccanica. In questo contesto sono ancora pochi gli studi microbiologici che utilizzano il sistema ProDesignLogic ed è quindi auspicabile che in futuro vengano effettuati nuovi studi in questo campo per valutare meglio le prestazioni di questo sistema per il trattamento endodontico.

Conclusioni

Si può concludere che il sistema WaveOne Gold si è dimostrato più veloce del sistema ProDesign Logic nella strumentazione dei canali radicolari curvi simulati utilizzando il movimento reciprocante.

Corrispondenza
professormachado@hotmail.com

Analysis of the working time of two reciprocating single-file systems during curved root canal preparation

Summary
The aim of this study was to compare the working times of WaveOne Gold and ProDesign Logic systems for instrumentation of curved root canals using reciprocating motion. Thirty-six simulated curved root canals were divided into three groups according to the instrumentation technique (n=12): WaveOne Gold (WOG), Easy ProDesign Logic system (EPL), and manual (MAN). The canals were instrumented by undergraduate students, and the working time was recorded with a digital chronometer. The data were analised for one-way ANOVA and Tukey’s tests al significance level of 5%. WOG had a working time shorter than those of EPL and MAN. One can conclude that WaveOne Gold system is faster than ProDesign Logic system in the instrumentation of simulated curved root canals using reciprocating motion.

Bibliografia
  1. Paqué F, Zehnder M, De-Deus G. Microtomography-based comparison of reciprocating single-file F2 ProTaper technique versus rotary full sequence. J Endod 2011;37(10):1394-7.
  2. Bürklein S, Hinschitza K,
    Dammaschke T, Schäfer E. Shaping ability and cleaning effectiveness of two single-file systems in severely curved root canals of extracted teeth: Reciproc and WaveOne versus Mtwo and ProTaper. Int Endod J. 2012;45:449-6.
  3. Jin S-Y, Lee W, Kang MK, et al. Single file reciprocating technique using conventional nickel-titanium rotary endodontic files. Scanning 2013;35(6):349-54.
  4. Caballero-Flores H, Nabeshima CK, Binotto E, Machado MEL. Fracture incidence of instruments from a reciprocating single file system by students in an endodontic graduate programme: A cross-sectional retrospective study. Int Endod J 2018 jul 9. doi: 10.1111/iej.12982. [Epub ahead of print].
  5. Webber J. Shaping canals with confidence: WaveOne Gold single-file reciprocating system. Roots 2015;1:34-40.
  6. Guillén RE, Nabeshima CK, Caballero-Flores H, et al. Evaluation of the WaveOne Gold and one shape new generation in reducing Enterococcus faecalis from root canal. Braz Dent J 2018;29(3):249-53.
  7. Machado MEL, Nabeshima CK, Leonardo MFP, Cardenas JEV. Análise de tempo de trabalho da instrumentação recíproca com lima única: WaveOne e Reciproc. Rev Assoc Paul Cir Dent 2012;66(2):120-5.
  8. Saber SEDM, Nagy MM, E. Comparative evaluation of the shaping ability of WaveOne, Reciproc and OneShape single-file systems in severely curved root canals of extracted teeth. Int Endod J 2015;48:109-14.
  9. Machado MEL, Nabeshima CK, Leonardo MFP, et al. Valutazione dell effetto meccanico di strumenti singoli con movimento reciprocante (sistema WaveOne) in canali radicolari contaminati. Il Dentista Moderno 2013;31(9):110-8.
  10. Garip Y, Günday M. The use of computed tomography when comparing nickel-titanium and stainless steel files during preparation of simulated curved canals. Int Endod J 2001;34(6):452-7.
  11. Franco V, Fabiani C, Taschieri S, et al. Investigation on the shaping ability of nickel-titanium files when used with a reciprocating motion. J Endod 2011;37(10):1398-1401.
  12. Berutti E, Paolino DS, Chiandussi G, et al. Root canal anatomy preservation of WaveOne reciprocating files with or without glide path. J Endod 2012;38(1):101-4.
  13. Schäfer E, Erler M, Dammaschke T. Comparative study on the shaping ability and cleaning efficiency of
    rotary Mtwo instruments. Part 1. Shaping ability in simulated curved canals. Int Endod J 2006;39(3):
    196-202.
  14. Menezes SEAC, Batista Lira JOP, Monteiro GQM. Cyclic fatigue resistance of WaveOne Gold, ProDesign R and ProDesign Logic files in curved canals in vitro. Iran Endod J 2017;12(4):468-73.
  15. Schneider SW. A comparison of canal preparation in straight and curved root canals. Oral Surg Oral Med Oral Pathol 1971;32(2):271-5.
  16. Machado MEL, Sapia LAB, Cai S, et al. Comparison of two rotary systems in root canal preparation regarding disinfection. J Endod 2010;36(7):1238-40.
  17. Machado MEL, Nabeshima CK, Leonardo MFP, et al. Influence of reciprocating single-file and rotary instrumentation on bacterial reduction on infected root canals. Int Endod J 2013;46(11):1083-7.
  18. Nabeshima CK, Caballero-Flores H, Cai S, et al. Bacterial removal promoted by 2 single-file systems: Wave One and One Shape. J Endod 2014;40(12):1995-8.
  19. Machado MEL, Nabeshima CK, Caballero-Flores H, et al. Instrument design may influence bacterial reduction during root canal preparation. Braz Dent J 2017;28(5):587-97.

Analisi del tempo di lavorazione di due sistemi reciprocanti con file singolo durante la preparazione di canali radicolari curvi - Ultima modifica: 2019-05-06T10:56:12+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome