Aids e odontoiatria: dalla prevenzione primaria allo screening attraverso gli adeguamenti terapeutici Premium

I pazienti con infezione da HIV in latenza non necessitano di particolari adeguamenti della programmazione terapeutica; in particolare non presentano rischi peculiari se asintomatici e immunocompetenti. Le procedure differiranno solo per la particolare aderenza ai protocolli di sterilità, igiene e sanificazione, determinanti per prevenire l’esposizione anche solo casuale a fonti di contagio. I pazienti affetti da AIDS, al contrario, presentano solitamente condizioni mediche sistemiche e/o locali spesso foriere di complicanze. Una valutazione specialistica prima dell’impostazione del piano terapeutico odontoiatrico è necessaria e ottenibile senza particolari difficoltà, stante lo stretto follow-up infettivologico in cui questa categoria di pazienti è solitamente inserita.

Questo contenuto è riservato agli abbonati al Dentista Moderno.

Abbonati e continua a leggere su DM Club, l'area premium del Dentista Moderno

Fai già parte del DM Club?
Aids e odontoiatria: dalla prevenzione primaria allo screening attraverso gli adeguamenti terapeutici - Ultima modifica: 2019-11-04T11:04:49+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome