3 tecniche di sedazione pediatrica a confronto

Si tratta di un altro studio comparativo su pazienti pediatrici giudicati a basso rischio anestesiologico (ASA I e II). I farmaci messi a confronto, in questo caso, sono 3 e due di questi, accomunati dall’essere somministrati insieme con l’idrossizina, hanno dato risultati validi e tra loro sovrapponibili. Dato interessante, nell’abstract vengono forniti anche i dosaggi prokilo delle molecole.

3 tecniche di sedazione pediatrica a confronto

Lo scopo di questo studio è stato quello di confrontare il successo clinico di tre regimi di sedazione cosciente in pazienti pedodontici. Nello studio condotto è stato somministrato un trattamento odontoiatrico a pazienti pediatrici ASA I e II sotto sedazione cosciente. Cinquantaquattro bambini sono stati divisi in tre gruppi di 18 pazienti ciascuno, assegnati in modo casuale: il gruppo A ha ricevuto idrossiziona (2 mg / kg 2 h prima del trattamento e una dose successiva di 1 mg / kg 20 min prima del trattamento) per via orale; il gruppo B ha ricevuto 0,50 mg / kg di midazolam mescolato con 1,5 mg / kg di idrossizina 20 minuti prima del trattamento per via orale; il gruppo C ricevuto 50 mg / kg di idrato di cloralio e 1,5 mg / kg di idrossizina 20 min prima del trattamento, per via orale. La Ohio State Behavioral Rating Scale (OSBRS) ha mostrato differenze statisticamente significative tra i gruppi B e C rispetto al gruppo A. La somministrazione di midazolam o di idrato di cloralio mescolati con idrossizina rappresenta un’ottima scelta per la sedazione cosciente nei pazienti odonto-pediatrici.

Fonte:

Comparison of three conscious sedation regimens for pediatric dental patients.

Torres-Pérez J, Tapia-García I, Rosales-Berber MA, Hernández-Sierra JF, Pozos-Guillén Ade J.

J Clin Pediatr Dent. 2007 Spring;31(3):183-6.

3 tecniche di sedazione pediatrica a confronto - Ultima modifica: 2015-04-01T08:56:41+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome