CONDIVIDI
DM_il-dentista-moderno_Linee-guida-prevenzione-dei-traumi-dentali-in-età-evolutiva-cause-principali-e-ruolo-dell’odontoiatra.jpg

Le Linee guida per la prevenzione dei traumi dentali in età evolutiva, pubblicate sul sito del Ministero della Salute, hanno individuato le cause principali di traumi ai denti dei più piccoli. Tra queste non solo quelle più scontate, quali spigoli, biciclette o scale, ma anche alcune “insospettabili” come ciucci, penne e dita succhiate.

Attenzione particolare va posta al soggiorno, la parte della casa in cui si verifica il 74,6% degli incidenti. A scuola invece sono più a rischio i bambini che hanno l’abitudine di mordere le penne, ma in generale la maggior parte degli incidenti si verifica durante la ricreazione o la ginnastica. Allarme rosso per i bambini che praticano sport di contatto, come il rugby.

Il consiglio per i genitori è quello, in caso di trauma grave con perdita totale o parziale del dente, di conservarlo in soluzione fisiologica, latte o saliva per un massimo di 2 o 3 ore, in modo che sia possibile il reimpianto.

Secondo quanto riportato, non più del 4% dei medici fornisce prontamente un trattamento appropriato per traumi simili, che inoltre non andrebbero mai sottovalutati, soprattutto perché possono essere anche sintomo di situazioni di abuso sul minore.

 

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO