Sanità troppo cara e liste d’attesa troppo lunghe in Italia

Curarsi in Italia costa caro. Nel 2016 le cure mediche sono costate 37,3 miliardi di euro, una spesa che è andata a pesare principalmente sulle famiglie. È inoltre salito a 12,2 milioni il numero di persone che rinunciano o rinviano le cure per motivi economici, ovvero 1,2 milioni in più rispetto all’anno precedente. Questo è quanto emerge dal VII Rapporto Rbm-Censis sulla sanità pubblica, privata e intermediata.

Il rapporto ha sottolineato come “il miracolo del recupero di sostenibilità finanziaria del Servizio Sanitario di tante Regioni ha impattato sulla copertura per i cittadini. Il più alto ricorso alla sanità pagata di tasca propria ha come contraltare il fatto che chi non ce la fa economicamente è costretto alla rinuncia o al rinvio di prestazioni“.

Le liste d’attesa sono in aumento e si prolungano man mano che ci si sposta verso il Sud. Per una risonanza magnetica, ad esempio, si devono aspettare in media 80 giorni, che al Sud diventano 111. Per una visita cardiologica invece si parla di circa 67 giorni, 79 al Centro.

Sanità troppo cara e liste d’attesa troppo lunghe in Italia - Ultima modifica: 2017-08-18T16:01:12+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome