Cosa comporta l’attuazione del Decreto legislativo entrato in vigore il 27 agosto 2020 che abroga tutta la precedente normativa in materia di radioprotezione? Lo spiega Stefano De Crescenzo, direttore della UOC di Fisica Sanitaria dell’ASST Papa Giovanni XXIII di Bergamo. 

 

Il Decreto legislativo 101/2020 è un Testo Unico in materia di radioprotezione dei lavoratori della popolazione e del paziente che abroga interamente la precedente normativa, ma non la rivoluziona, pur apportando modifiche in taluni casi significative. “Le modifiche”, spiega Stefano De Crescenzo, “sono relative soprattutto ai limiti di dose (viene ridotto di quasi 8 volte il limite di dose al cristallino), alla formazione, al sistema regolatorio alla luce degli orientamenti internazionali più recenti in materia di radioprotezione. Mi sembra importante sottolineare anche la tecnica normativa adottata che, soprattutto nel caso delle esposizioni mediche, abbandona gli allegati tecnici che hanno caratterizzato il D. Lgs 187/2000 per rimandare alle norme di buona pratica. In particolare, nel caso dell’attività svolta in ambito odontoiatrico, essendo stata modificata la definizione di “Responsabile dell’impianto radiologico”, viene consentito un maggior margine di autonomia all’odontoiatra anche se limitatamente all’ambito della radiologia endorale”.

Continua a leggere su DM Club,
la sezione premium de Il Dentista Moderno

Registrati al sito e accedi subito ad una selezione di articoli free come questo, indicati con il logo DM CLUB Free Premium CREA UN ACCOUNT

Fai già parte del DM Club?

Abbonati a Il Dentista Moderno per accedere a tutti gli altri contenuti e vantaggi riservati agli abbonati.

Radioprotezione: le novità del Decreto 101/2020 - Ultima modifica: 2021-01-29T18:05:20+00:00 da Pierluigi Altea

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome