L’overdenture supportata da impianti costituisce un modello protesico tra i più utilizzati nella riabilitazione del mascellare superiore edentulo. Una protesi di questo tipo assicura al paziente un valido compromesso fra funzionalità masticatoria ed estetica, ritenzione e stabilità, in relazione anche ai costi sostenuti.

Dal punto di vista della distribuzione degli impianti, a meno di condizioni di grave atrofia, lo schema maggiormente documentato nella letteratura scientifica prevede il posizionamento di 4 fixture. Più correttamente, le evidenze sembrano supportare l’indicazione a inserire un numero minimo di 4 impianti: in tal senso, diverse sono le revisioni sistematiche che già si sono espresse. Alcuni autori, in aggiunta, incoraggiano, in presenza di volumi ossei l’adeguati, l’inserimento di 6 impianti splintati e ancoraggio a barra.

Su questo tema, un gruppo di lavoro ad ampia presenza di autori italiani, si è proposto di effettuare un’ulteriore revisione sistematica, allo scopo di stabilire se l’inserimento di 6 impianti possa rappresentare un target, perché legato vantaggi in termini di sopravvivenza di impianto e protesi, riduzione delle complicanze, soddisfazione da parte del paziente.

Pubblicità

La revisione ha valutato circa 20 anni di pubblicazioni (2000-2019) sondando le banche dati Cochrane Central Register of Controlled Trials (CENTRAL), MEDLINE ed EMBASE. Sono stati ricercati esclusivamente trial clinici randomizzati, studi prospettici o retrospettivi, che valutassero almeno uno dei parametri precedentemente indicati (survival rate implantare, protesica, complicanze protesiche, soddisfazione del paziente), in campioni di almeno 10 pazienti, con un follow-up minimo pari a un anno.

Partendo da una base di 1.865 record, i revisori hanno valutato 352 abstract e, di questi, 84 full text. 15 sono gli studi, infine, inclusi nella metanalisi: 8 prospettici, 6 RCT e uno retrospettivo.

In ragione della difformità metodologica, i tassi di sopravvivenza sono stati analizzati secondo il modello statistico della metanalisi a effetti random.

Indipendentemente dal protocollo implantare, si registra un tasso di sopravvivenza implantare generalmente elevato. Dei 1164 impianti, inseriti in 291 pazienti, secondo protocollo a 4, solo 18 sono stati persi. Il dato nei casi trattati con 6 impianti splintati (12 fallimenti su 1158 impianti in 193 pazienti) è risultato non significativamente diverso.

Allo stesso modo, il numero degli impianti sembra non condizionare la soddisfazione del paziente rispetto alla protesi, che in tutti gli studi si è dimostrata molto elevata.

In conclusione, sulla base delle indicazioni relative alla sopravvivenza implanto-protesica e alla soddisfazione del paziente, l’indicazione clinica che emerge dalla revisione sistematica consiste nella valutazione del singolo caso, partendo da una base di quattro impianti splintati.

Riferimenti bibliografici

https://pubmed.ncbi.nlm.nih.gov/33962612/

Overdenture su impianti: 4 o 6? - Ultima modifica: 2021-06-15T06:54:30+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome