OMS: tassare le bevande zuccherate per ridurre problemi di salute

dm_il-dentista-moderno_oms_organizzazione-mondiale-della-sanita_zuccheri_cibi-zuccherati_bevande-zuccherate

Una tassa sulle bevande zuccherate al fine di abbassarne il consumo e ridurre così problemi di salute come obesità, diabete di tipo 2 e carie. E’ questa la proposta che emerge dai risultati un rapporto dell’Organizzazione Mondiale della Salute (OMS), in base ai quali un aumento di almeno il 20% del prezzo di questi prodotti può portare una riduzione dei consumi.

“Dal punto di vista nutrizionale le persone non hanno bisogno di nessuno zucchero aggiunto alla loro dieta – dichiara Francesco Branca, direttore del dipartimento per la Nutrizione dell’OMS -. L’Organizzazione raccomanda che se si consumano zuccheri aggiunti devono rimanere sotto il 10% del fabbisogno energetico quotidiano, che andrebbe ridotto a meno del 5% per avere benefici addizionali per la salute. Questo equivale a meno di 250 millilitri al giorno delle bevande comuni”.

L’analisi fornisce anche altri suggerimenti, come sussidi che abbassino il prezzo di frutta e verdura del 30% per aumentarne il consumo, o destinare i guadagni derivanti dagli aumenti delle tasse ad iniziative di salute pubblica e informazione.

Pubblicità

 

OMS: tassare le bevande zuccherate per ridurre problemi di salute - Ultima modifica: 2016-10-21T07:07:45+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome