Modellazione del composito attraverso una moderna concezione della stratificazione Premium

????????????????????????????????????

La microinfiltrazione è un fattore importante che influenza la longevità dei restauri con resine composite. In questo studio viene valutata una tecnica di otturazione alternativa, definita di “modellazione e adesione perfezionata”, attraverso un confronto con una tecnica tradizionale.

Marco Argento, Antonio Pallares, Josè Ignacio Zarzosa, Giovanni Vella
Università Cattolica di Valencia San Vincent Martir Dipartimento Patologia Terapeutica Dentale, Valencia, Spagna

Pubblicità

Una delle grandi sfide dell’odontoiatria moderna è stata quella di promuovere un’unione forte e duratura tra il substrato dentale e le resine composite. La ricostruzione o il corretto restauro di un dente che ha subito un processo patologico ha sempre rappresentato un passo importante nella clinica quotidiana e nelle terapie collaterali come l’endodonzia o il posizionamento di pin/post. Dal punto di vista generale, l’adesione è un processo di legame superficiale determinato dall’attrazione molecolare tra l’adesivo e il substrato dentale attraverso reazioni chimiche e fisiche, in particolare quest’ultimo con un vincolo micromeccanico con la struttura dentale1.

Questo contenuto è riservato agli abbonati al Dentista Moderno.

Abbonati e continua a leggere su DM Club, l'area premium del Dentista Moderno

Fai già parte del DM Club?
Modellazione del composito attraverso una moderna concezione della stratificazione - Ultima modifica: 2019-12-03T08:32:22+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome