Legionella: linee guida per la prevenzione nello studio odontoiatrico

AIO ANDI e SUMAI sono stati convocati nei giorni scorsi a Roma per una riunione durante la quale è stata chiarita la necessità di calibrare le nuove linee guida per la prevenzione della Legionella nello studio odontoiatrico (ben diverse rispetto a quelle per gli ospedali). Valutazione del rischio e analisi batteriologica del proprio riunito con cadenza minima biennale saranno le due misure richieste per avere un sistema privo di agenti infettanti a rischio.

Sono stati evidenziati la necessità di ricondurre le tutele nel quadro della legge 81 del 2008 e segnatamente del DVR e l’obbligo per l’odontoiatra di affidarsi a consulenti esperti per il campionamento periodico dell’acqua  utilizzata per i manipoli e le siringhe. Sul DVR deve risultare con chiarezza da un’ analisi tecnica che i circuiti e l’aerosol sono esenti da agenti infettanti, se ciò non fosse possibile si devono mettere in atto tutte le procedure per abbattere la carica di batteri e virus. L’intenzione di eliminare ogni agente patogeno non deve riguardare solo la Legionella, ma anche Pseudomonas, Salmonella etc.

Possono essere d’aiuto per la prevenzione l’applicazione di un filtro a monte del riunito da 0,22 micron, capace di bloccare diversi agenti infettanti (legionella in primis) e disinfezioni e svuotamenti quotidiani del circuito idrico “sposati” nelle linee guida attualmente vigenti.

“A questo punto – ha dichiarato il presidente AIO Pierluigi Delogu – le linee guida che andremo a discutere e rielaborare a breve per portarle di nuovo all’approvazione della conferenza stato regioni saranno solo una serie di consigli e raccomandazioni sulle varie procedure da mettere in atto per prevenire il formarsi di colonie batteriche nei nostri circuiti e rispettare la legge vigente. L’impegno della professione è sensibilizzare tutti i colleghi alla autoanalisi del proprio sistema per eventualmente apportare i correttivi in modo da annullare o abbattere  quasi totalmente il rischio di infezione: un rischio che i dati epidemiologici internazionali stimano molto basso, confermando solo due casi d’infezione al mondo dacché esistono le rilevazioni”.

Abbiamo lungamente affrontato la problematica della legionella nello studio odontoiatrico, in questo precedente articolo.

Legionella: linee guida per la prevenzione nello studio odontoiatrico - Ultima modifica: 2015-12-23T08:30:23+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome