La ricostruzione anatomica della cresta marginale nei restauri di classe II Premium

La CBT, descritta in questo aggiornamento, è una tecnica ricostruttiva
che consente la conversione di una cavità di classe II in classe I, con il fine di semplificare la ricostruzione anatomica occlusale. Generalmente viene eseguita in un solo step, con un unico sottile incremento di composito che, non trasferendo alcuna informazione morfologica, rende più complessa la procedura di completamento anatomico del gap occlusale. Ovviamente, presupposto per un risultato predicibile è la conoscenza dell’anatomia inter-prossimale e dei rapporti dento-parodontali.

Salvatore Scolavino
Laureato con lode in Odontoiatria e Protesi dentaria presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, è socio attivo AIC, IAED e SIDOC. Svolge la libera professione in Nola (NA), dedicandosi prevalentemente alla conservativa, endodonzia e protesi fissa. Autore e coautore di pubblicazioni su riviste nazionali ed internazionali, è autore del libro “Restauri Diretti nei settori posteriori”edito da Quintessence Publishing Italia.
Gaetano Paolone
Titolare dell’insegnamento in Conservativa presso l’Università Vita-Salute San Raffaele Milano è socio attivo AIC, IAED e AIOM. Segretario AIC 2018-2019. Svolge la libera professione in Roma, autore e coautore di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali, docente al Master in Esthetics and Restorative Dentistry, Università di Bologna. Autore del libro “Restauri diretti nei settori posteriori” edito da Quintessence Publishing Italia.

Questo contenuto è riservato agli abbonati al Dentista Moderno.

Abbonati e continua a leggere su DM Club, l'area premium del Dentista Moderno

Fai già parte del DM Club?
La ricostruzione anatomica della cresta marginale nei restauri di classe II - Ultima modifica: 2019-12-13T12:33:06+00:00 da monicarecagni

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome