È giunta la conferma dalla Commissione Nazionale per la Formazione Continua: è stata concessa una proroga di un anno per il conseguimento dei crediti formativi (ECM) relativi al triennio 2014-2016, ovvero fino al termine del 2017.

Durante la riunione del 13 dicembre scorso, la Commissione ha infatti stabilito che i professionisti sanitari avranno tempo fino al 31 dicembre 2017 per mettersi in regola con i crediti ECM.

Proroga dei crediti ECM

Possono godere di tale proroga solamente coloro che in data 31/12/2016 hanno conseguito almeno 75 crediti ECM, ovvero la metà del totale di 150 crediti dell’intero triennio 2014-2016.

Ovviamente, i crediti conseguiti durante questo periodo da chi si trovi in una situazione di debito, non avranno doppia valenza e quindi non potranno essere contemporaneamente conteggiati per i crediti del triennio 2017-2019. Per iniziare a conteggiare crediti per il nuovo triennio, sarà necessario aver prima raggiunto i 150 crediti obbligatori del triennio precedente.

Chi invece ha assolto all’obbligo formativo per tempo, ha diritto a ricevere dei bonus, sotto forma di sconti, sul numero di ECM per il triennio 2017-2019.

Tali bonus possono essere calcolati nel modo seguente:

  • Chi ha acquisito un numero di crediti compreso tra 121 e 150 nel 2017-2019 avrà una riduzione di 30 crediti e quindi dovrà accumulare 120 crediti ECM;
  • Chi ha acquisito un numero di crediti compreso tra 80 e 120 avrà una riduzione di 15 crediti e quindi dovrà accumulare 135 crediti ECM.
Crediti ECM 2014-2016: un anno di proroga per tutti gli odontoiatri - Ultima modifica: 2017-01-16T07:24:17+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome