Covid 19 e qualità dell’aria: favorire il maggior ricambio possibile

Il corretto ricambio dell’aria negli studi dentistici e nelle sale d’aspetto è una misura preventiva da non sottovalutare in tempi di Coronavirus. Diverse sono le proposte di Soler & Palau in tema di climatizzazione e ventilazione.

 

Anche la climatizzazione e la ventilazione negli studi dentistici è un elemento importante da considerare nella riduzione del rischio di diffusione del Coronavirus. Durante il periodo di quarantena legato al Covid 19, ognuno di noi ha preso coscienza di quanto sia fondamentale per la propria salute la qualità dell’aria (IAQ) negli ambienti confinati.

Le recenti direttive provenienti dall’Istituto Superiore di Sanità (circolare Rapporto ISS COVID-19 • n. 5/2020 Rev. 2 del 25 Maggio 2020) e dalla Aicarr (Associazione italiana condizionamento dell’aria riscaldamento e refrigerazione) indicano come azione primaria quella di eliminare il ricircolo dell’aria e portare gli impianti di ventilazione meccanica (VMC) alle massime prestazioni, per favorire il maggior ricambio d’aria possibile.

Altro intervento estremamente consigliato, in abbinamento agli impianti VMC, è l’utilizzo di sistemi per la purificazione dell’aria interna.

Soler & Palau – azienda internazionale con sede a Barcellona, presente nel mercato della ventilazione dal 1951 con filiale anche in Italia (S&P Italia SpA) – grazie ai propri centri di ricerca e alle unità produttive presenti in tutto il mondo ha sviluppato una nuova gamma di purificatori d’aria per le più disparate destinazioni d’uso tra le quali quella degli studi professionali medici e dentistici.

Per questi ultimi in particolare, Soler & Palau propone nuove serie di purificatori d’aria: PAP H14 e UP H14,  che garantiscono una pulizia dell’aria grazie all’utilizzo  di filtro ad altissima capacità di filtrazione, H14 appunto, solitamente inseriti nei sistemi di ventilazione delle sale operatorie e asettiche.

PAP H14 è una gamma completa di purificatori portatili idonei per ambienti fino 80 mq. Oltre al pre-filtro e all’Hepa possono essere integrati con filtro a carboni attivi o in alternativa VOC (composti organici volatili).

Per ambienti di maggiori dimensioni sono disponibili invece i modelli UP H14, sempre con filtro ad altissima capacità filtrante, ideale per installazioni a incasso o canalizzabili con tre gradi di filtrazione, G4, F7 e HEPA H14.

«Per vivere “bene e sano” in un ambiente confinato è bene prevedere sempre il corretto ricambio dell’aria, e in un periodo come questo, abbinarlo alla purificazione interna per ottenere il massimo della qualità e della sicurezza dell’aria», ricordano da Soler & Palau. «Per ambienti già esistenti ove sia impossibile fare interventi drastici sugli impianti, questa nuova gamma di purificatori permetterà una soluzione alla qualità dell’aria, tanto da potere apporre sulla porta del locale trattato l’adesivo “qui respira tranquillo” presente in ogni confezione».

Per informazioni: airpur@solerpalau.com

 

 

Covid 19 e qualità dell’aria: favorire il maggior ricambio possibile - Ultima modifica: 2020-06-26T12:42:34+00:00 da redazione
Covid 19 e qualità dell’aria: favorire il maggior ricambio possibile - Ultima modifica: 2020-06-26T12:42:34+00:00 da redazione
Covid 19 e qualità dell’aria: favorire il maggior ricambio possibile - Ultima modifica: 2020-06-26T12:42:34+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome