Aumentano le lamentele nei confronti dei medici: colpa di Facebook e Twitter

dispositivi medici istituto stomatologico

Un’indagine condotta da un team della Plymouth University ha mostrato come il numero di lamentele nei confronti dei medici sia aumentato a causa del boom dei social.

Sembrerebbe infatti che l’uso di Twitter e Facebook abbia reso i pazienti più inclini a protestare e lamentarsi dei propri dottori. La popolazione è più informata, ha aspettative maggiori e tratta i medici con meno deferenza rispetto al passato.

Secondo Niall Dickson, direttore esecutivo del General Medical Council, l’aumento delle proteste non indica però una riduzione negli standard di assistenza. “Non abbiamo elementi per dire una cosa simile”, spiega alla Bbc online. La causa sarebbe appunto da individuare nei social media che hanno incoraggiato le persone a discutere le proprie esperienze con i sanitari, all’interno di forum in cui possono confrontarsi e accedere facilmente a moltissime informazioni, facili da condividere.

Pubblicità

Il rapporto “mostra che le forze che hanno portato ad un aumento nelle lamentele nei confronti dei medici sono complesse e riflettono una combinazione tra maggiore attenzione da parte del pubblico, influenza dei media, ruolo dei social media e modificazioni profonde nella società”, spiega Julian Archer, primo autore della ricerca. “Il rapporto indica anche che c’è molto da fare per migliorare il sistema di gestione delle lamentele, in modo che le segnalazioni da parte del pubblico nei confronti dei propri dottori siano dirette alle autorità competenti”.

Aumentano le lamentele nei confronti dei medici: colpa di Facebook e Twitter - Ultima modifica: 2014-07-25T09:26:23+00:00 da Redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome