«Aiz’ a voce… per cantà»: l’iniziativa contro la violenza verso i camici bianchi

«Aiz’ a voce... per cantà: non più violenza in sanità» è il titolo del progetto promosso da Silvestro Scotti, presidente dell’Ordine dei medici di Napoli, dopo l’escalation di violenza contro i camici bianchi cui si è assistito nei giorni scorsi. Da qui, l’appello diffuso tramite a Adnkronos a tutti i cantanti napoletani, per creare una canzone o uno spettacolo che si schieri in difesa di chi dedica la vita a curare gli altri, mettendo anche a rischio la propria incolumità.

«Le aggressioni agli operatori sanitari – spiega Scotti – sono un fenomeno che riguarda non solo la sanità ma l’intera società e il senso civico. Come abbiamo detto in altre campagne, chi aggredisce un medico aggredisce se stesso perché mette a rischio chi può curarlo e, spesso, salvargli la vita.»

Quindi l’idea di coinvolgere figure del mondo dell0 spettacolo, che diano l’esempio e alzino la voce «per cantare», e non per aggredire chi presta loro soccorso.

«Se riusciremo a creare un’iniziativa per un pubblico vasto faremo sicuramente un passo avanti per creare una cultura “anti-violenza”» prosegue Scotti. «I cantanti neomelodici sono particolarmente influenti in alcuni quartieri. Crediamo sia importante coinvolgere artisti amati in città. Anche per promuovere la vaccinazione contro l’Hpv negli adolescenti abbiamo avuto come testimonial la cantante napoletana Nancy Coppola

«Aiz’ a voce… per cantà»: l’iniziativa contro la violenza verso i camici bianchi - Ultima modifica: 2020-01-09T07:26:26+00:00 da redazione
«Aiz’ a voce… per cantà»: l’iniziativa contro la violenza verso i camici bianchi - Ultima modifica: 2020-01-09T07:26:26+00:00 da redazione
«Aiz’ a voce… per cantà»: l’iniziativa contro la violenza verso i camici bianchi - Ultima modifica: 2020-01-09T07:26:26+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome