Autorizzazioni studi odontoiatrici Lazio: il video del presidente AIO

Non saranno più necessarie le autorizzazione per gli studi odontoiatrici, siano essi singoli, associati o “poli-medici”, così come per i medici di famiglia convenzionati; sì invece all’autorizzazione per gli ambulatori specialistici dove si fa odontoiatria. E’ questo il contenuto del documento approvato dal tavolo tecnico sull’odontoiatria in Regione Lazio.

YouTube: please specify correct url

Il presidente AIO Roma Giovanni Migliano ha diffuso un video in cui spiega come dal 2003, cioè da quando è stata richiesta ai dentisti in Lazio un’autorizzazione di una certa complessità per poter aprire il proprio studio, AIO si stia battendo per semplificare questa situazione e togliere ai camici bianchi questo onere.

Pubblicità

Nel 2007 e poi nel 2012 la Regione Lazio ha legiferato nuovamente, costringendo i dentisti a produrre una seconda volta e inviare online il materiale già spedito cinque anni prima. Ora la legge nazionale sulle semplificazioni, in base alla quale per gli studi non ci vuole preventiva richiesta alla Regione di autorizzazione all’apertura, ma è sufficiente inviare un modulo di comunicazione all’apertura all’ASL con il professionista disponibile ad un controllo a posteriori, sta facilitando le cose. Questa posizione è passata al tavolo tecnico coordinato dal Dott. Giorgio Spunticchia e, come spiega Migliano nel video, sono esentati dal complesso iter burocratico gli studi in cui prevale l’attività del professionista. 

La normativa riguarda anche gli studi specialistici dei medici oltre che quelli odontoiatrici e gli studi dei medici di famiglia convenzionati.

Autorizzazioni studi odontoiatrici Lazio: il video del presidente AIO - Ultima modifica: 2015-09-14T08:35:09+00:00 da redazione

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome