Home Letteratura Parodontologia Strumentario manuale (scaler e curette)

Strumentario manuale (scaler e curette)

276

La strumentazione manuale costituisce una manovra quotidiana per il parodontologo e l’igienista dentale. La regolare manutenzione dello strumentario è importante quanto la correttezza nell’utilizzo; questa è a sua volta indispensabile al fine di effettuare un debridement efficace del materiale calcifico e dei tessuti dentino-cementizi infetti. Per quanto riguarda il clinico, poi, il rispetto dell’ergonomia nell’esecuzione della procedura ha un ruolo preventivo su una serie di disturbi muscolo-scheletrici connessi con l’attività alla poltrona.

Gli strumenti manuali maggiormente utilizzati nella terapia non chirurgica in parodontologia (come del resto nella semplice igiene dentale professionale) sono gli scaler, indicati principalmente per la detartrasi sopragengivale, a lama dritta o ricurva, e le curette, in grado di accedere allo spazio subgengivale. Si distinguono delle curette a doppia superficie di taglio (come gli scaler) utilizzabili teoricamente su tutte le superfici del dente e, per questo, denominate universali e delle altre, più importanti in questo ambito perché sito-specifiche, che prendono il nome da chi le ideò negli anni ’40, il dottor Clayton Gracey.

Tutte le curette di Gracey hanno forma simmetrica con impugnatura centrale che da entrambi i lati si continua con un gambo il cui tratto inferiore termina con un singolo bordo tagliente. Tale bordo è inclinato di 70° rispetto al gambo (lo stesso angolo è di 90° sia per gli scaler che per le curette universali) che, come anticipato, ha una parte superiore, diretta continuazione dell’impugnatura, una media e una inferiore.

Ogni curette, essendo composta da due singole lame, viene indicata come due numeri consecutivi in maniera crescente: 1/2, 3/4 e così via fino alla 17/18. Non tutte trovano però uguale impiego nella clinica. Indicativamente, per la regione intercanina e i premolari si possono utilizzare 1/2 (o anche 7/8) e 5/6 e, per gli elementi posteriori, 9/10 per le superfici vestibolari e linguali e, soprattutto, 11/12 e 13/14 per quelle mesiali e distali, rispettivamente.

Per quanto riguarda la modalità di utilizzo, l’impugnatura è quella a penna modificata: per una presa migliore sono da preferire impugnature zigrinate e, possibilmente, strumenti non eccessivamente leggeri.

Va ricercato un fulcro stabile, possibilmente vicino all’elemento da trattare. La curette viene orientata con il gambo inferiore parallelo all’asse maggiore del dente.

La pressione viene posta lateralmente di modo da ingaggiare il materiale calcifico e il movimento è verticale-obliquo in direzione coronale, con inclinazione di 1/3 dello strumento (1-3 mm) per mantenere il contatto ideale. Movimenti orizzontali possono risultare utili quando si lavora sui versanti vestibolare e linguale.

I prodotti presenti sul mercato variano per la rigidità dei gambi – un gambo più flessibile favorisce la sensibilità tattile ma nel contempo uno più rigido permette di imprimere maggiore forza – e lunghezza della lama: se più breve e sottile semplifica l’accesso alle tasche profonde (≥5 mm). Queste curette potrebbero avere però minore longevità.

Aprendo, infine, proprio il capitolo della manutenzione, una curette deve essere controllata dopo ciascun utilizzo e affilata al minimo segno di usura.

Per l’affilatura, si prenda il gambo superiore come riferimento e si tenga una differenza di 1 ora su un ipotetico orologio (la curette sulle 12, la pietra sulla una). Contrariamente a quanto si possa pensare, è consigliabile imprimere un movimento su-e-giù alla pietra, che viene tenuta dalla mano dominante e non appoggiata a una superficie. Questa procedura non sarà, ad esempio, valida nelle stesse modalità per una curette universale: il mancato rispetto dell’indicazione, dunque, andrà a spostare il margine di taglio, modificando l’efficacia dello strumento. Particolare attenzione va riservata al mantenimento della punta.

Video allegato della procedura di affilatura:

Riferimenti bibliografici

http://martinelliluca.blogspot.com/2012/11/curettes-periodontali-e-scalers.html

The Dental Reference Manual A Daily Guide for Students and Practitioners Editors (view affiliations) Geraldine M. WeinsteinMitchell T. Zientz

https://link.springer.com/book/10.1007/978-3-319-39730-6

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here