DM_il dentista moderno_società italiana di parodontologia_parodontite_SIDP

Gli over 65 hanno più difficoltà a mantenere una buona igiene orale, e per molti lo spazzolino elettrico può essere un valido aiuto a prevenire infiammazioni che potrebbero estendersi all’interno dell’organismo.

«Le più recenti revisioni di letteratura scientifica – spiega Mario Aimetti, presidente della Società Italiana di Parodontologia (SIdP) – dimostrano la superiorità dello spazzolino elettrico rispetto a quello tradizionale nel rimuovere la placca. Questi strumenti sono però poco diffusi tra persone della terza età, mentre proprio per loro potrebbero essere particolarmente utili, visto che possono presentare problemi che ne riducono la manualità e il tempo che dedicano alla cura dell’igiene orale.»

Fatto che assume particolare rilievo quando si parla di persone che si trovano in case di riposo o strutture ospedaliere, perché «il problema delle infezioni del cavo orale, come la parodontite, qui ha impatto maggiore anche a causa di una maggior tendenza degli ospiti e dei pazienti ad essere più facilmente vulnerabili dal punto di vista immunitario. Anche il personale infermieristico e di assistenza, usando uno spazzolino elettrico, potrebbero facilitare la pulizia negli allettati». È importante però che i pazienti seguano anche «una dieta ricca di fibre, che contengono antiossidanti in grado contrastare i livelli infiammatori, e bere molta acqua, così da aumentare la produzione di saliva, uno degli alleati più efficaci contro i batteri».

I soggetti affetti da parodontite, conclude Aimetti, «sviluppano alterazioni dei parametri infiammatori dell’intero organismo, tanto da far supporre che l’infiammazione a livello della gengiva possa estendersi all’intero organismo predisponendo ad aterosclerosi, infarto e diabete», motivo per cui non si deve assolutamente trascurare lo stato di salute orale delle persone più anziane.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here