le fort chirurgo, chirurghi medici chirurgia odontoiatriche ministero della salute chirurgia ortognatica

Le più comuni complicanze legate alla chirurgia del terzo molare sono quelle di natura infiammatoria: dolore, gonfiore, trisma, alveoliti. È naturalmente raccomandabile nell’interesse del paziente e nell’organizzazione del follow-up mettere in atto manovre preventive di tali complicanze. Recentemente (maggio 2017) Cho, Lynham e Hsu hanno pubblicato sull’Australian Dental Journal una revisione aggiornata (la ricerca ha interessato 221 lavori relativi al periodo 2000-2016) della letteratura riguardante gli interventi da mettere in atto, i quali possono essere suddivisi in due classi principali: farmaci e agenti topici. La revisione ha inoltre organizzato i risultati relativi ai singoli interventi sul modello di una linea guida. Secondo i criteri gerarchici del National Health and Medical Research Council australiano sono stati indicati livello di evidenza e forza della raccomandazione. I risultati relativi alle manovre postoperatorie studiate prevedevano un livello di evidenza da II (RCT) a I (revisione sistematica di studi di II livello) e una forza della raccomandazione C (evidenze supportano uso ma con cautela), B (uso nella maggior parte delle situazioni), C (evidenze affidabili per la pratica).

Chirurgia del terzo molare: farmaci per il controllo del dolore

Tra i farmaci maggiormente prescritti si ritrovano naturalmente gli antinfiammatori non steroidei, eventualmente in combinazione con oppiacei. Oltre a essi, il paracetamolo: qui si fa riferimento anche alla SR di Weil (2007). L’impiego di questi antidolorifici e antinfiammatori è ben supportato dalla letteratura. Almeno due revisioni Cochrane (Bailey 2014 e Moore 2015) indirizzano verso l’uso combinato di paracetamolo (1000 mg) con ibuprofene (400 mg), da preferire peraltro allo stesso paracetamolo + codeina.

Per quanto riguarda invece i corticosteroidi, i risultati prevedono un grande supporto al loro impiego postoperatorio (livello di evidenza I, forza della raccomandazione A) come misura preventiva di trisma e gonfiore; va osservato che il picco del gonfiore si osserva comunemente in seconda e terza giornata, mentre di solito queste molecole vengono usate in singola dose (quindi con una copertura intorno a 24 ore). Alcuni studi fanno riferimento al controllo di sintomi secondari come la nausea. Gli Autori richiedono quindi chiarimenti per quanto riguarda molecole e posologie consigliabili in generale. Questo aspetto era stato messo in luce a inizio anno su queste stesse pagine, in riferimento alla SR di Qian Chen (2016) sull’uso del desametasone nella chirurgia dell’ottavo incluso.

Parlando di terapia antibiotica, analogamente, al supporto delle evidenze (I, A) non corrisponde una piena concordanza, questa volta sulle indicazioni d’uso. L’impiego routinario, comunque, risulta ancora sconsigliato: la revisione Cochrane di Lodi (2012) fa riferimento nello specifico ai soggetti giovani, esposti a un rischio ridotto di complicanze infettive.

Alcune indicazioni recenti supportano il modello della profilassi (es. amoxicillina 2 grammi 1 ora prima dell’intervento), come anche si legge dalla SR di Marcussen (2016) che fa specifico riferimento agli interventi che prevedono osteotomia.

Per quanto riguarda gli agenti topici, quello supportato da un corpus di evidenze maggiormente consistente è anche quello di più comune impiego, ovvero la clorexidina. La posologia a cui si fa riferimento prevede l’impiego 2 volte al giorno per una settimana, sia come collutorio che come gel. Un prodotto alternativo di recente introduzione è invece il gel a base di ozono, il quale mostrerebbe capacità relative al controllo delle complicanze infiammatorie ma anche alla rigenerazione tissutale.

Postoperative interventions to reduce inflammatory complications after third molar surgery: review of the current evidence H Cho AJ Lynham E Hsu

https://www.ildentistamoderno.com/desametasone-nella-chirurgia-del-terzo-molare-incluso/

A Systematic Review on Effect of Single-Dose Preoperative Antibiotics at Surgical Osteotomy Extraction of Lower Third Molars. Marcussen KB, Laulund AS, Jørgensen HL, Pinholt EM.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here