CONDIVIDI

Il Carico Immediato nel Settore Frontale Superiore: due Tempistiche di Inserimento a Confronto

Tesi di Laurea di: Federica Vantellino
Relatore: Dott. Fabrizio Carini

INTRODUZIONE

La perdita di elementi dentari nel settore frontale estetico superiore per cause endodontiche, parodontali, traumatiche etc., causa al paziente delle problematiche di tipo funzionale, fonetico ed estetico nella vita lavorativa e di relazione. La riabilitazione protesica/ implanto-protesica deve quindi risolvere i deficit arrecati al paziente, ma deve anche rispettare tempi terapeutici brevi per soddisfare l’importante valenza estetica della riabilitazione stessa.

Questo porta, quando possibile, alla scelta di una terapia implantare basata sulla tecnica del carico immediato rispetto ad una riabilitazione di tipo standard. In questa tesi vengono confrontate due tempistiche di inserimento implantare a carico immediato: il TIPO 1 prevede un inserimento post-estrattivo, il TIPO 2 invece un inserimento dopo 4-8 settimane dall’evento estrattivo. Viene fatta una valutazione a 4 e 12 mesi dei seguenti parametri: immagine radiografica, assenza di dolore, mobilità o suppurazione, condizione dei tessuti molli ed aspetto estetico.

RISULTATI E DISSCUSSIONE

Confrontando i risultati riguardanti gli impianti di tipo 1 e 2 possiamo dire che la percentuale di osteointegrazione complessiva è del 94% a favore del tipo 2 (87,5%), dal momento che un impianto di tipo 1 è stato perso in un paziente con storia di parodontite. Inoltre emerge che l’osteointegrazione non viene influenzata dai valori di ISQ registrati per ogni impianto inserito, non essendoci differenze statificamente significative tra i valori riportati.

Gli impianti di tipo 1 inoltre mostrano dati di recessione gengivale ad 1 anno del 3,9% in più rispetto al tipo 2, soprattutto nel biotipo sottile. Radiotrasparenza e riassorbimento perimplantare presentano invece valori significativi (P=0,016) negli impianti di tipo 1.

Infine non si è rivelata significativa la differenza emersa tra i valori PES/WES estetici, valutati rispettivamente dal paziente e dall’operatore, e si valuta assenza di sintomatologia algica e suppurazione in tutti gli impianti osteointegrati .

CONCLUSIONI

Il carico immediato rappresenta una scelta terapeutica ottima per riabilitare la zona frontale, dove l’estetica è un aspetto fondamentale, soprattutto con tecnica di TIPO 2. Il successo può essere raggiunto attraverso una scelta accurata del paziente, una conservazione del profilo crestale ed una corretta gestione dei tessuti molli perimplantari.

Tutti questi aspetti devono essere seguiti dall’utilizzo di tecniche e impianti adeguati secondo il protocollo operativo specifico ed una buona competenza e abilità del chirurgo.

bibliografia

•N. P. Lang, J. Lindhe. Parodontologia clinica e implantologia orale 5a edizione Edi Ermes 2010: 1089-1096;
•Chen S, Buser D. Implants in post-extraction sites: A literature update. In: Buser D, Belser U, Wismeijer D (eds). ITI Treatment Guide.Vol 3: Implants in extraction sockets. Berlin: Quintessence, 2008.
•Stephen T. Chen, Daniel Buser. Clinical and Esthetic Outcomes of Implants Placed in Postextraction Sites;187-217 The International Journal of Oral and Maxillofacial Implants, Volume 24, Supplement, 2009
•James A.G. Hall, Alan G.T. Payne, David G.Purton, Warwick J. Duncan, Rohana Kumara De Silva. Immediately Restored, Single- Tapered Implants in the Anterior Maxilla: Prosthodontic and Aestethic Outcomes After 1 year.
Clinical Implant Dentistry and Related Research Volume 9, Issue 1: 34-45. March 2007;
•Protocollo chirurgico TSA Advance®

Università degli Studi di Milano-Bicocca
Facoltà di Medicina e Chirurgia
Dipartimento di Chirurgia e di Medinina Interdisciplinare
Cattedra di Clinica Odontoiatrica
U. O. di Odontostomatologia
Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria
Corso di Laurea in Igiene Dentale
Scuola di Specializzazione in Chirurgia Orale
Dottorato di ricerca in Parodontologia Sperimentale
Direttore: Prof. Guido Cavaletti

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO