CONDIVIDI
congresso aio fiorile pubblicità ingannevole in odontoiatria

Il viceministro dell’Economia On. Luigi Casero ha annunciato che entro la fine di questo settembre firmerà il decreto che introduce sanzioni per chi rifiuta di effettuare un pagamento elettronico tramite Pos, come previsto dalla Legge di Stabilità del 2016. Tali sanzioni saranno di 30 euro per ogni operazione rifiutata.

AIO si è espressa a riguardo manifestando qualche riserva nei confronti del decreto. In un comunicato dell’Associazione si legge come “ovviamente non si contesta l’impegno del Governo per la lotta all’evasione”. La paura è un’altra. “Ciò che si contesta è l’ulteriore balzello che ricadrà sui professionisti e di conseguenza sui consumatori (pazienti nel nostro caso) a tutto vantaggio (ancora una volta) delle banche”.

A tal proposito, Casero ha dichiarato che il governo chiederà alle banche di ridurre i costi del Pos, ma AIO si aspetta un passo ulteriore, l’azzeramento delle spese di commissione.

“In questo modo – spiega – sarebbe più facile comprendere che il decreto è realmente finalizzato alla lotta all’evasione e non un semplice ulteriore regalo alle banche a discapito dei consumi e della salute dei cittadini”.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO