CONDIVIDI
congresso,andi onlus ANDI, odontoiatria problematiche fiscali, prevenzione dentale, spesometro

Sabato 28 ottobre ANDI Lombardia organizzerà presso il Teatro Sociale di Mantova il Convengo Culturale Lombardo 2017, che quest’anno è intitolato “Vizi e Virtù in Odontoiatria”, riservato ai soci ANDI e ai loro assistenti.

La scelta di aprire la possibilità di accedere al congresso con le assistenti di studio è stata determinata dalla particolare valenza dei contenuti nel percorso di approfondimento delle virtù professionali.

Questo Congresso ha l’obbiettivo di esplorare 4 virtù, abbinandole a momenti professionali strategici per la nostra attività, raccontate da altrettanti relatori:

Il Dott. Umberto Mariani terrà una relazione dal titolo “La Perseveranza in Patologia Orale”. Non sarà la giornata della diagnosi: sarà la giornata del “metodo” per perseverare, nella logica di “osservare, ragionare, riconoscere”. Nemica della perseveranza è la discontinuità della osservazione, che può mettere in pericolo la vita stessa dei pazienti. Un percorso che richiede costanza, attenzione, metodo.

 

Il Dott. Sandro Marcoli presenterà invece “La pazienza in Endodonzia”. Pazienza nelle manovre di accesso all’endodonto, eliminando il tetto della camera senza ridurre gli spessori della zona cervicale. Pazienza nella sagomatura, detersione e otturazione dei canali. Pazienza nel rimuovere un perno fuso, pazienza nell’otturare un apice immaturo. Pazienza nella ricerca del quarto canale. La nemica impazienza può creare false strade, fratture, insidie.

 

Il Dott. Carlo Clauser terrà inevece una relazione su “La Prudenza in chirurgia avulsiva e implantologica”. L’imprudenza comporta complicazioni neurologiche, infettive, sistemiche.

Prudenza nel riconoscere i segni di rischio radiologico evidenziabili dalle OPT, prudenza nelle procedure e nelle decisioni. L’imprudenza in chirurgia si paga sempre a caro prezzo, anche in ambito medico legale.

 

In fine, il Prof. Dott. Carlo Guastamacchia parlerà de “La Fortezza nella Professione”. Fortezza come efficienza corporea, resistenza alla fatica, resistenza all’equilibrio fisico e alla flessibilità della concentrazione. Fortezza in senso psicologico, nella inesauribile necessità di comunicare con umanità. Nella Fortezza sono contenute l’Ergonomia e la Comunicazione. Loro nemiche sono la debolezza motivazionale, la depressione, la disergonomia, la conflittualità.

NESSUN COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO